Blog: http://redazionepd.ilcannocchiale.it

Omofobia: la posizione del Pd

A seguito delle polemiche sulla posizione presa dal gruppo consiliare del Pd del Comune di Udine, pubblichiamo due importanti dichiarazioni che chiariscono la vera posizione del Pd in merito.

Sono le dichiarazioni di Ivan Scalfarotto, Vicepresidente dell'Assemblea nazionale del Pd e di Filippo Penati Capo della segreteria di Pier Luigi Bersani.

Omofobia: Penati, “Basta polemiche la posizione del partito è chiara”

Dichiarazione di Filippo Penati, capo della segreteria politica di Pier Luigi Bersani

“Il Pd ha una posizione nettissima sui diritti e contro l’omofobia: lo stesso segretario ha più volte ribadito l’impegno suo e dell’intero partito ad arrivare quanto prima ad una legge che tuteli i diritti di tutti.

Il caso di Udine non rispecchia la posizione del Pd ma segnala semmai una leggerezza del gruppo consiliare del partito. Tanto è vero che l’amministrazione di centro sinistra della città ha patrocinato l’iniziativa senza se e senza ma. Ora è necessario continuare a costruire, insieme anche alle associazioni, un impegno a difesa dei diritti e per respingere i rischi di vecchie e nuove omofobie. Ma per questo è anche importante evitare, da parte di tutti, toni eccessivi e polemiche che sbagliano il bersaglio”.

Scalfarotto: "Inaudita mozione Pd al comune di Udine"

"Come si faccia a definirsi democratici e a condannare un manifesto con un castissimo bacio tra due uomini o due donne è davvero un mistero. E’ assolutamente inaudito che il gruppo consiliare del Partito Democratico al comune di Udine abbia potuto approvare una mozione contro la campagna anti-omofobia dell’Arcigay", ha dichiarato il Vice Presidente del Partito Democratico Ivan Scalfarotto.

"Soprattutto dopo che la Corte Costituzionale ha riconosciuto la rilevanza sociale delle unioni omosessuali, l’approvazione della mozione del PD a Udine lascia davvero sconcertati e sgomenti. Come ha confermato il Segretario Pierluigi Bersani durante l’Assemblea Nazionale, i diritti saranno tra i temi al centro dell’azione del partito nei prossimi mesi: avremo finalmente un’eccellente occasione per riaffermare una volta e per sempre che Il Partito Democratico è e non può che essere il partito dei diritti e dell’inclusione".

Pubblicato il 28/5/2010 alle 17.49 nella rubrica Appuntamento con.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web